Header image  

 

     Franco Angrisano
 
HOME
 BIOGRAFY                                                  EVENTO

fa

Franco Angrisano è nato a Potenza il 10 maggio del 1926,. Di origini lucane, visse a Salerno dove il padre era ferroviere. Comincia a lavorare nel mondo dello spettacolo nella compagnia del dopolavoro ferroviario di Salerno. Conosciuto dal grande pubblico televisivo nel ruolo di Giacinto, il sagrestano bonaccione de I ragazzi di Padre Tobia (1968), è notato da Eduardo de Filippo che lo vuole al suo fianco e da registi come Sergio Leone, Ettore Scola, che lo vogliono come caratterista in numerosi film. Reciterà così con i più grandi attori del XX secolo quali Alberto Sordi e Monica Vitti in Polvere di stelle, Marcello Mastroianni in Maccheroni o Giancarlo Giannini in TernoSecco. Henry Fonda e Terence Hill, in Il mio nome è nessuno . Muore a Salerno il 20 settembre 1996.

Fu il pittore Luigi Grieco a presentare Franco Pastore a Franco Angrisano alla fine degli anni settanta. L’amicizia si cementò con alcune collaborazioni in spettacoli come “Omaggio a Totò” ed “Il Cantabimbo”, quest’ultimo presentato dallo stesso Angrisano, a San Marzano sul Sarno. Successivamente nacquero molte altre iniziative, come la realizzazione della commedia “La moglie dell’Oste”, scritta dal Pastore, perché fosse interpretata e diretta dall’amico Angrisano, ma la scomparsa dell’attore impedì che l’evento si realizzasse.  La commedia, infatti, verrà allestita nel 2006 dal regista Matteo Salsano, attore della compagnia di Luca de Filippo, e rappresentata ai Barbuti di Salerno nel marzo dello stesso anno